Parquet ecologico: come riconoscerlo e perché sceglierlo

Scegliere il parquet per la propria abitazione o attività può sembrare una missione impossibile data l’enorme varietà di essenze, finiture e geometrie di posa. Più semplice è invece individuare le caratteristiche che rendono un parquet ecologico.

Il legno è il materiale da costruzione naturale per eccellenza: biodegradabile e riciclabile è l’alleato ideale per l’ambiente e per la nostra salute. È necessario tuttavia considerare l’intero ciclo di vita del parquet per valutarne correttamente la sostenibilità.

Ecco dunque qualche indicazione per meglio identificare il parquet ecologico.

Parquet ecologico: i legni locali

Perché un parquet possa essere considerato ecologico, è auspicabile che non provenga dall’altra parte del mondo. I legni europei come quello di quercia hanno bisogno di percorrere decisamente meno strada per raggiungere il luogo di destinazione rispetto a quelli asiatici o americani. Minore è la distanza da percorrere, minore sarà dunque la produzione di CO2 dovuta al trasporto.

I legni europei provengono inoltre da foreste gestite secondo stringenti norme ambientali comunitarie ed è perciò più probabile che si tratti di parquet certificati.

Parquet ecologico: le certificazioni

parquet ecologico

Un parquet ecologico deve essere prodotto a partire da legni FSC e PEFC. Entrambe le certificazioni garantiscono la provenienza del legno da foreste gestire in maniera sostenibile, con ripiantumazioni periodiche.

Questi due sistemi di certificazione sono equivalenti: sia FSC che PEFC sono quindi ugualmente in grado di attestare la provenienza della prima da gestioni forestali sostenibili e consentono di risalire al luogo in cui i legni sono stati tagliati e addirittura a quali lavorazioni sono stati sottoposti.

Le colle

La posa incollata è senza dubbio quella più pratica e dunque quella più spesso utilizzata. Per pavimentare 100 mq di parquet occorrono circa 150 kg di colla che potrebbe contenere sostanze problematiche per l’ambiente e l’utilizzatore. La definizione di parquet ecologico non si limita quindi solo alla provenienza del legno, ma anche alla colla utilizzata per la sua posa.

È importante scegliere una soluzione ecologica per la messa in opera del parquet: una colla senza solventi e a basse emissioni di composti organici volatili.

Perché scegliere il parquet

parquet ecologico

I vantaggi per l’ambiente derivanti dall’utilizzo di parquet non si limitano alla sostenibilità di questo materiale.

Il legno presenta una conducibilità termica molto bassa, permettendo così un ottimo isolamento termico: il risultato è un minor consumo energetico sia per il riscaldamento che per il raffreddamento degli ambienti.
Il legno è inoltre uno straordinario regolatore di umidità e aiuta a vivere in un ambiente salubre e perfettamente coibentato.

Il parquet Gazzotti18

parquet ecologico

Il parquet Gazzotti18 è un prodotto sostenibile, realizzato con legni che provengono da coltivazioni gestire in maniera responsabile. Oltre alla marcatura CE e la certificazione Classe E1 per l’emissione di formaldeide, Gazzotti18 ha ottenuto la certificazione di Catena di Custodia che garantisce la rintracciabilità dei materiali provenienti da foreste europee certificate FSC.

Sostenibilità, design, qualità, cura ai dettagli e resistenza: questi gli elementi che caratterizzano il parquet Gazzotti18. Vieni a scoprire il nostro parquet in rovere naturale, ti aspettiamo nel nostro showroom a Trebbo di Reno.

Questo sito usa cookies. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito web utilizza i cookie

Gent.le utente, questo sito utilizza cookie tecnici a noi riferibili e cookie di terze parti per assicurarti una migliore esperienza di navigazione ed effettuare comunicazioni e interazioni in linea con le tue preferenze. Se clicchi sul tasto “Accetto”, o prosegui la navigazione sul sito eseguendo qualunque operazione acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più e gestire le preferenze sui cookie, consulta la nostra “Cookie Policy” cliccando qui

Chiudi